Sab. Mag 18th, 2024
Sabato  26 novembre 2022 , sull’isola di Ischia inizia a piovere. Arrivano temporali misti a raffiche di vento. Sono le cinque del mattino quando si iniziano a sentire forti boati e un fiume di fango che scivola a valle da via Celario e arriva fino al mare, travolgendo alcune abitazioni di Casamicciola.
Il sistema di protezione civile si attiva immediatamente. Dapprima con le associazioni di volontariato locale, dei comuni dell’Isola. Poi con contingenti arrivati da tutta la Campania, nonostante le avverse condizioni meteo. Ma tutta la Protezione civile regionale è sul campo ed il suo direttore generale, Italo Giulivo, viene nominato soggetto attuatore per il coordinamento degli studi e delle analisi per una prima definizione della pericolosità della zona.
Si conteranno, purtroppo, 12 vittime.
La frana di casamicciola  riapre il tema della fragilità del territorio, del dissesto idrogeologico al quale la nostra regione, così come la gran parte del Paese, è esposto.
Per questo i 181 interventi predisposti dal Commissario straordinario per la ricostruzione, Giovanni Legnini, puntano ad aumentare la sicurezza delle aree interessate dalla frana.
 Esprimiamo  la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime, e commemoriamo  chi non c’è più e  della resilienza del territorio.
error: Content is protected !!